LA LOCANDIERA GOLDONIANA CALATA NELLA NOSTRA EPOCA: IL CORAGGIO DELLA REGIA DI LUCA GUERINI

Sabato il 2 febbraio alle 21 il Teatro Ugo Betti di Roma ospiterà il debutto del
centoquindicesimo spettacolo di regia di Luca Guerini, fondatore della Realtà teatrale
Skenexodia. Di produzione marchigiana, questa nuova regia del Guerini propone allo
spettatore una Mirandolina tutta al maschile. Le parti dello spettacolo verranno
interpretate da Alessandro Fuligna (già protagonista de “La luce e il suo turgore”),
Marco Berti (già impegnato in “Mrs Bovary”) e attori toscani recentemente entrati a
fare parte di Skenexodia Vincenzo Filice e Gabriele Bagnoli.
Le convinzioni di Luca Guerini sono esposte nelle sue note a margine dello
spettacolo: “Il fatto che Mirandolina sia un uomo e si comporti da uomo (non mi
risulta sia stato fatto se non appunto come l’uomo travestito che si comporta da
donna) era una cosa che m’interessa molto come regista perché con questo
allestimento intendo denunciare che spesso siamo portati a leggere una scena per
ciò che la Società (con accezione negativa) ha sedimentato in noi. Chi mi conosce sa
che questo gioco di cambiare le carte in tavola mi appartiene, ma quella che vedrete
da sabato in scena a Roma al Teatro Ugo Betti è il testo originale (stavolta rispetto a
Fedra non ho neanche cambiato scudi in zecchini…) meno i personaggi di Fabrizio e
le due attrici. Ho diretto lo spettacolo in maniera onesta come se Mirandolina fosse
un'attrice… ma non lo è. Vedere quelle battute recitate da un Uomo che fa l’Uomo
sono sicuro che per alcuni sarà disturbante, oppure alcuni metteranno l'etichetta
arcobaleno allo spettacolo. Non mi interessa se Mirandolina, se il Cavaliere, se il
Conte o se il Marchese si intrattengono in un letto con persone del loro stesso sesso o
di sesso diverso: essi sono personaggi o, meglio, sono Persone. Dicevo, quindi, le
stesse scene con le stesse misure presenti in Goldoni interpretate da una donna vanno
bene, interpretate da un uomo possono risultare eccessive, riflettiamoci…”. La
locandina è realizzata dal maestro Giuliano Gentile che da anni collabora con la
Realtà Teatrale Skenexodia. Lo spettacolo contiene scene di nudo integrale non
volgare.
Per prenotazioni è possibile rivolgersi al 3384116671 (solo whp)
Olga Matsyna


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *