“Viaggio nell’Iperrealità “. E’ la personale dell’artista Soumiya Lakshmi
Krishnaswamy ed è la XXVI mostra ospitata nell’Apocryphal Gallery. La galleria è
visitabile esclusivamente su Instagram nel profilo: @apocryphalgallery.
Dopo la pausa estiva l’attività inusuale espositiva dell’apocryphalgallery riprende
con la pittrice Soumiya Lakshmi Krishnaswamy, vive e lavora a Brooklyn, New
York.
Da più di un anno e mezzo Mario Nalli dall’avvio della sua Apocryphal Gallery,
sintetizza così la vera essenza del progetto: La galleria apocrifa nasconde ed esalta
nello stesso istante la piccola opera, trascina lo spettatore nello smarrimento delle
reali dimensioni dello spazio e del suo contenuto. Ecco allora che l’artista è
convocato a misurarsi in una dimensione diversa, mettersi in gioco in uno spazio
fuori dal comune, “falso”, ad interrogarsi e ri-progettarsi in una galleria inusuale,
fuori da ogni canone di spazio espositivo. L’artista, certamente, e ne sono
consapevole, deve decisamente cambiare il ragionamento e pensare al piccolo
formato in una nuova dimensione. Invito dunque ad una nuova scommessa, e chi sa
se forse porterà a nuovi stimoli e a risultati inaspettati.”
La stessa pittrice ci introduce nelle sue opere:
I miei quadri sono un’espressione visiva per quelle emozioni che sono più viscerali
che verbali. Il mio intento è quello di provocare la tua reazione, parlare alla tua
umanità attraverso la consistenza, il colore, il segno, la dimensione. I segni possono
significare gli esseri umani, i loro sentimenti e le loro interazioni. Ci si può sentire
affini ad una particolare sensibilità e la reazione può essere divertente, sexy, strana, o
bellissima o schifosa. In un tempo in cui tutta la nostra realtà è messa in discussione,
cosa troviamo di veramente reale? Cosa tocchiamo? Cosa sentiamo? Cosa vediamo?
O semplicemente la nostra esperienza condivisa? Questo è il viaggiò nell’Iperrealità.

Breve nota biografica:
Soumiya Lakshmi Krishnaswamy (1975, USA) ha conseguito la laurea in Fine Arts
alla Boston University, in Boston, Massachusetts e il Master in Fine Arts all’
American University, in Washington DC, e ha frequentato un residency program in
Italia e Grecia. Ha esposto le sue opere, quadri e istallazioni, negli Stati Uniti e in
Europa, da New York a Washington DC, Seattle, Miami, ed e’ stata recensita e
premiata da critici come Lucy Lippard e Jerry Saltz.
La mostra più recente è “Embody”, in New Haven, Connecticut, un evento curato e
allestito durante la Pandemia Covid 19.
www.soumiya.in

Apocryphal Gallery

Solo su instagram: @apocryphalgallery
Da un'idea di Mario Nalli

Inaugurazione 26 ottobre 2021 ore 19:00

Proseguirà fino al 7 novembre 2021Solo su Instagram: @apocryphalgallery
Info: apocrifagallery@gmail.com

 

 

 

 

 

Di gila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.